Correre prima di colazione per bruciare più grassi: mito o realtà?

Si sente spesso parlare del fatto che il cardio “a digiuno” o fasted cardio consenta di bruciare più grassi rispetto a quando viene eseguito dopo un pasto. Le radici di questa teoria risalgono alla fine degli anni ’90 quando furono espresse nei libri di fitness di diversi autori di primissimo piano. L’attività fisica cardiovascolare svolta a stomaco vuoto come prima cosa della giornata, massimizza la perdita di grasso. Questo dogma si fonda sul ragionamento che un digiuno prolungato come quello della notte porta il nostro organismo ad attingere alle scorte di glicogeno (la forma in cui si immagazzinano gli zuccheri) e alle scorte di grasso, per produrre energia. In aggiunta di questo, il digiuno consente l’azione del glucagone, che promuove il catabolismo (quindi la demolizione) della massa magra